Sistemi di storage e servizi dati nel cloud (it)

8 minuti di lettura

Este post también está disponible en Español

Il cloud ha subito un notevole sviluppo negli ultimi anni, in quanto sempre più organizzazioni e utenti iniziano a valutare strategie che consentono l’adozione di tecnologie cloud in varie linee di business. Tuttavia, la distribuzione dei dati nei cloud pubblici, vista come un’estensione dell’archiviazione locale, presenta una serie di sfide per l’IT.

Per risolvere questo problema, è essenziale una strategia cloud che consenta, partendo dai dati distribuiti on-prem e off-prem, di accedere a questi e gestirli in modalità integrata. In altre parole, la strategia verso un multi-cloud deve necessariamente prendere in considerazione come prima istanza sistemi di archiviazione con funzionalità cloud integrate, vale a dire sistemi di storage multi-cloud-enabled.

Un’infrastruttura di storage abilitata per il cloud è in grado di non solo estendere, nel senso di spostare i dati da private a public, ma anche nel senso di estendere le operations (come lavoro su quei dati) verso il multi-cloud. In questo modo, il cloud non è un’alternativa, ma un modo per aumentare le funzionalità del data center con risorse aggiuntive disponibili su richiesta.

In questo post esamineremo alcune delle funzionalità cloud implementate a livello di sistemi di storage Dell EMC con particolare attenzione alle capacità che ci consentono di “consumare” lo storage sotto forma di servizi.

Cloud & Multi-Cloud, brevi definizioni

Secondo diversi analisi di Gartner, tra le priorità più importanti nell’agenda di ogni CIO c’è la creazione di una strategia multi-cloud, cioè, fare in modo che il data center possa operare in modalità multi-cloud. Questo non significa che tutti i dati e le applicazioni debbano essere spostati nel cloud. In effetti, questa idea pone non poche sfide, come i costi, il rischio di lock-in, il tempo di accesso a causa della latenza, compliance e anche il controllo e la sicurezza dei dati.  Un uso strategico del cloud dove limitare questi rischi grazie all’adozione di un’infrastruttura che consenta il controllo completo e la libertà di movimento dei dati dall’ “edge”, al “core”, al “cloud” e tra i vari cloud provider.

Prima di continuare la nostra discussione, è importante definire, o almeno specificare, con quale accezione useremo in questo post i termini cloud privato (on-prem), hybrid-cloud e multi-cloud.

dell emc cloud storage services - cloud & multi-cloud (click to enlarge)
dell emc cloud storage services – cloud & multi-cloud (click to enlarge)

Cloud privato: il cloud privato si riferisce a un modello di cloud computing in cui tutti i servizi IT vengono forniti e gestiti tramite un’infrastruttura IT privata, ovvero all’interno del data center di una determinata organizzazione e per il suo utilizzo esclusivo. Per questi motivi viene spesso denominato anche on-prem o cloud interno.

Cloud ibrido: con cloud ibrido si intende un modello di cloud computing in cui un cloud privato (on-prem) si connette a un cloud pubblico (AWS, Google, Azure, ecc.) per distribuire e gestire i carichi di lavoro tra i due ambienti. In questo tipo di implementazione, il cloud pubblico fa parte dell’IT e può essere visto come un’estensione del data center. La chiave per il successo di questo modello è il livello di integrazione tra il cloud privato e il cloud pubblico dal momento che dovrebbe essere possibile gestire le risorse in modo coordinato.

Multi-Cloud: con Multi-Cloud ci riferiamo a un modello di cloud computing che utilizza, in un’unica architettura eterogenea, una combinazione di più di un cloud pubblico e può comprendere o meno un cloud on-prem. Generalmente nei vari cloud pubblici che fanno parte dell’infrastruttura multi-cloud vengono eseguiti carichi di lavoro diversi e non dipendenti tra di loro.  Secondo il seguente articolo di IDC, il multi-cloud è oggi la strategia cloud più utilizzata e in questo post ci riferiremo in modo particolare a questa tipologia di cloud.

La strategia per il multi-cloud

Nello sviluppo di una strategia multi-cloud molte organizzazioni utilizzano la virtualizzazione per creare infrastrutture cloud private, mentre d’altra parte, i cloud pubblici stanno diventando i “silos” degli anni ’90 (silos di UNIX, AIX, Windows, ecc.). I silos di oggi sono un cloud locale privato + cloud pubblici come Amazon, Google, Microsoft Azure senza interoperabilità o interconnessione tra di loro. Sviluppare una strategia multi-cloud significa avere funzionalità di interoperabilità verso qualsiasi cloud in qualsiasi momento. Quest’ultimo punto è di particolare importanza se si vuole offrire la flessibilità necessaria per sfruttare le particolarità e i servizi dei diversi cloud provider ed evitare il lock-in.

Poiché una solo tecnologia cloud non può risolvere tutti i problemi affrontati dagli amministratori IT, il multi-cloud rappresenta la strategia giusta offrendo la flessibilità per l’implementazione di tipologie di dati e carichi di lavoro che richiedono determinati servizi.

Una strategia multi-cloud dovrebbe considerare come prima priorità il garantire che ogni asset (dati e applicazioni) sia nel posto giusto (cloud provider) al momento giusto e con il giusto SLA.  Ciò richiede che i sistemi on-prem abbiano non solo la capacità di spostare i dati verso il cloud, ma, cosa ancora più importante, la capacità di migrare i dati da un cloud ad un’altro e anche di “rimpatriare” i dati quando necessario. Questa capacità consente di scegliere quale provider di cloud utilizzare in base ai servizi necessari in un determinato momento creando così una strategia multi-cloud sostenibile.

Sistemi di storage cloud-enabled

Dell EMC incorpora nei propri sistemi di storage una serie di funzionalità e connettività verso i più importanti fornitori di cloud.  Un punto chiave è che questi cloud provider utilizzano già hardware e software specifici di Dell EMC nei sui cloud oppure utilizzano un Managed Service Provider (MSP) con accesso diretto ad essi. Grazie a questo tipo di implementazione, l’infrastruttura sottostante garantisce l’interoperabilità tra il cloud on-prem e il cloud provider.

dell emc cloud storage services - cloud enabled infrastructure
dell emc cloud storage services – cloud enabled infrastructure (click to enlarge)

Tra le numerose funzionalità cloud disponibili a livello dei sistemi di storage Dell EMC vale la pena menzionare:

Cloud Data Insights (CloudIQ): con l’utilizzo di un’applicazione cloud nativa gratuita è possibile, da qualsiasi luogo, monitorare e determinare l’integrità dei sistemi on-prem.  CloudIQ impiega algoritmi di ML (machine learning) evoluti ed esegue analisi complete, automatiche e predittive dei sistema di storage di Dell EMC.

dell emc cloud storage services - cloud insights
dell emc cloud storage services – cloud insights (click to enlarge)

L’applicazione CloudIQ viene eseguita in un cloud sicuro e altamente scalabile di Dell EMC basato su Cloud Foundry. Ho discusso l’argomento CloudIQ in un post precedente. Il seguente link fornisce una descrizione dettagliata di CloudIQ.

Cloud Connected Systems: possibilità di connettere il sistema locale (on-prem) a un cloud provider (Managed Service Provider) in modalità diretta (un altro storage fisico) o tramite un’istanza SDS (Software Defined Storage) come Unity Cloud Edition implementato in un cloud pubblico come AWS per creare copie dei dati tra l’ambiente locale e l’ambiente cloud.

dell emc cloud storage services - cloud connected systems
dell emc cloud storage services – cloud connected systems (click to enlarge)

Nel caso dei sistema di storage Unity,  il software Dell EMC CTA (Cloud Tiering Appliance) consente il “tiering” automatico dei dati sfruttando il cloud come tier aggiuntivo.

Cloud Storage Data Services: possibilità di archiviare, proteggere o rendere visibili i dati al cloud pubblico più appropriato in base alle esigenze applicative e di business.

La soluzione consente di replicare il sistema di storage locale (on-prem) a un sistema di archiviazione identico situato nel cloud di un MSP (Managed Storage Provider) mantenendo in questo modo le stesse caratteristiche e funzionalità del sistema locale con il vantaggio della  flessibilità di decidere quale cloud provider possa utilizzare questi dati.

I data center del MSP, Faction, fornitore PaaS partner di Dell EMC che offre soluzioni multi-cloud attached,  si trovano strategicamente situati in prossimità dei più importanti cloud provider (Google, Amazon, Azurre, ecc.) e collegati ad essi con linee ad alta velocità e bassa latenza (Amazon Direct Connect o ExpressRoute).

dell emc cloud storage services - multi cloud access
dell emc cloud storage services – multi cloud access (click to enlarge)

Una delle funzioni del MSP è quella di “tradurre” lo spazio “cloud-LUN” in NFS “cloud-control-volumes” (CCV) e presentare questo spazio dati al cloud di nostra scelta in base alle esigenze dell’applicazione.

Non vi è alcuna capacità di archiviazione al di fuori del MSP. Questo tipo di implementazione garantisce una totale indipendenza rispetto al cloud provider.

Tra i casi di utilizzo dei Cloud Storage Data Services possiamo citare il DRaaS (Disaster Recovery as a Service). Numerosi data center non dispongono di un secondo sito dove eseguire il DR oppure implementano architetture metro in configurazioni attive/attive e richiedono un terzo sito come DR. In queste situazioni, la soluzione garantisce una perfetta integrazione poiché le LUN locali vengono replicate in modo nativo su uno storage fisicamente identico situato nel cloud del MSP. In particolare, nel caso di AWS, il failover è automatico grazie all’integrazione con VMware Cloud su AWS vSAN.

dell emc cloud storage services - cloud data services
dell emc cloud storage services – cloud data services (click to enlarge)

Dal punto di vista economico ci sono numerosi vantaggi; si paga solo per la capacità di archiviazione utilizzata mentre i servizi applicativi (compute) vengono pagati solo quando vengono erogati (in caso di DR).

Un secondo esempio d’uso per i Cloud Storage Data Services è la creazione di snap o cloni sul sistema di storage Dell EMC presente nel data center MSP e successivamente rendere queste copie visibili a un determinato cloud provider o a diversi cloud provider per sfruttare gli ambienti di sviluppo e le applicazioni disponibili in essi.

dell emc cloud storage services - highlights
dell emc cloud storage services – highlights (click to enlarge)

In questo tipo di implementazione, la capacità di archiviazione è persistente a livello del sistema di storage situato nel MSP e la mobilità dei dati tra i cloud provider viene eseguita utilizzando una connettività dedicata tra il data center del MSP e il data center del cloud provider.

Per concludere

Una strategia multi-cloud richiede di considerare in prima istanza i dati e che questi possano essere protetti e disponibili nel cloud o nei cloud più appropriati in base ai requisiti dell’applicazione.

Sebbene molti fornitori sembrino offrire soluzioni di storage abilitate per il cloud, queste non sono paragonabili ai Cloud Storage Data Services di Dell EMC. Nel caso di Dell EMC, nel cloud provider (MSP) è presente uno storage identico a quello del data center locale. Ci sono invece implementazioni dove il fornitore di storage puremente non ha tale premessa e solo permette che il sistema operativo del suo storage venga eseguito su dei server standard del provider. Questo tipo di implementazione è inoltre limitata ad una unica piattaforma cloud. Altri sistemi di storage netapmente non consentono l’accesso multi-cloud al singolo volume. Tale genere di soluzioni non offrono quindi la possibilità di implementare una vera strategia multi-cloud.

L’implementazione di Dell EMC con l’MSP (Faction) fornisce connettività dedicata verso i cloud provider (AWS, Google, Azurre, ecc.) consentendo un’elevata larghezza di banda e una bassa latenza per supportare i diversi carichi di lavoro nel miglior modo possibile. Altre soluzioni richiedono invece la configurazione di una propria rete oppure utilizzano una connettività condivisa al cloud provider.

Le funzionalità “multi-cloud-enabled” presenti nei sistemi di storage Dell EMC (Unity, PowerMax o Isilon) consentono di utilizzare lo storage sotto forma di servizi come il DRaaS, nonché in molti altri casi d’uso quali l’archiviazione multi-cloud e il cloud data protection.

dell emc cloud storage services - big picture
dell emc cloud storage services – big picture (click to enlarge)
Per maggiori informazioni:

Take control of your Cloud Strategy with Data First Approach
Dell EMC Cloud enabled infrastructure

Este post también está disponible en: Español (Spagnolo)